Specialità della cucina giapponese

La cucina giapponese non solo si caratterizza per essere un riflesso delle tradizioni e dei costumi di questo leggendario paese, ma anche per cura estetica che viene messa in ogni piatto tipico giapponese. Nella tradizione della cucina tipica giapponese va evidenziato il Sushi.

Per fare Sushi tradizionale è essenziale disporre di riso cotto con aceto di riso, pesce, crostacei, sale, zucchero e alcune salse per accompagnare il tutto. In alcune varianti si può accompagnare il Sushi con uova sode, verdure cotte, e alcuni pezzi di pesce marinato o fritto.

Gli esperti in alimenti giapponese indicano che la cosa più importante è la scelta del pesce: non si utilizza mai pesce d’acqua dolce, dovuta alle carenze di sali minerali.

Anche se la base di qualsiasi ricetta di Sushi è il riso, verdure e pesce fresco, il Sushi si è adattato a diverse presentazioni, infatti per questo esistono diverse versioni del piatto come per esempio il Sushi Maki. Questo consiste nella tecnica per cui il riso e il pesce viene avvolto in fogli di alghe; Sushi Nigiri, quando si presenta il riso sotto forma di polpette e coperto di pesce; Sushi Temaki, quando il pesce è avvolto in un alga insieme al riso a forma di cono; e, il Chirashizushi, quando il pesce viene servito su una ciotola di riso marinato.

Per mangiare Sushi si consiglia di non usare posate in metallo perché cambiano il sapore degli ingredienti (meglio usare le bacchette oppure le posate in legno).

Ogni Sushi deve essere accompagnato da salse come la soia per immergere in essa ogni pezzo prima di essere portato in bocca. Si consiglia evitare il consumo eccessivo di wasabi perché essendo piccante non permetterà di gustare e sentire tutti i sapori. Tradizionalmente il Sushi viene mangiato su piatti di lacca o di legno, il tutto in uno stile minimalista in armonia con l'estetica speciale che hanno tutti i piatti tipici giapponesi.

Piatti di sushi giapponese

seguici su facebook